ITECO con la sua vasta esperienza nel settore autolavaggi e lavaggi di camion, può coprire qualsiasi esigenza delle aree di servizio collegata alle acque, dal trattamento delle acque primarie a quelle di scarico.
E’ in grado di fornire sistemi completi di vasche e soluzioni altamente personalizzate secondo le esigenze del cliente nel rispetto della normativa vigente sul trattamento delle acque.

Le nostre soluzioni:

BIOLOGICO:

IMPIANTO COMPLETO POSATO IN UN’ORA

Il trattamento biologico-ossidativo consiste essenzialmente nel mettere a contatto la massa liquida con una certa quantità di ossigeno.
Nella sezione dell’impianto predisposta si sviluppano spontaneamente dei microrganismi i quali riescono a riprodursi vivere e crescere.

Nel nostro letto batterico si creano artificialmente, accelerandole, le condizioni che regolano il fenomeno naturale della auto-depurazione di un corso d’acqua che è determinato dalla presenza di microrganismi aerobici, che utilizzano la materia organica presente nell’acqua trasformandola progressivamente fino a formare dei prodotti finali stabili.

Attraverso il materiale di riempimento inerte presente nella struttura passa l’acqua, dal basso verso l’alto in equicorrente con l’aria. La sostanza organica si fissa sul supporto inerte e viene attaccata dai microrganismi che iniziano il processo di degradazione biologica.

Una serie di diffusori a microbolle posti sul fondo contribuiscono a garantire il necessario apporto di ossigeno all’acqua.


FISICO:

E’ idoneo per trattare acque inquinate contenenti:

* sostanza in sospensione
* idrocarburi
* tensioattivi

Il trattamento depurativo avviene per filtrazione ed adsorbimento. La struttura è in acciaio al carbonio, internamente protetta con plasticatura, esternamente con vernici epossidiche RAL 7035.
Pompa di alimentazione in acciaio inox, quadro di comendo IP64, skid in acciao zincato.


OSMOSI INVERSA:

L’osmosi è un processo naturale per il quale soluzioni diluite o più leggere passano spontaneamente in soluzioni più concentrate attraverso membrane semiporose. Il fenomeno è comune agli esseri umani e a tutti gli esseri viventi: le membrane semiporose sono costituite da tessuti cellulari. Le piante, ad esempio, grazie all’osmosi assorbono dal suolo acqua e nutrimento.
L’acqua tende a passare attraverso la membrana nel senso che va dal fluido di soluzione più diluita a quello di soluzione più concentrata.
Ad esempio l’acqua dolce tenderà sempre a permeare attraverso una membrana osmotica per mescolarsi a una soluzione più concentrata di acqua salmastra o marina. Non appena l’acqua passa attraverso la membrana, diminuisce la pressione dal lato a minor concentrazione. Contemporaneamente aumenta la pressione della soluzione più concentrata fino a che non si raggiunge l’equilibrio che arresta il flusso attraverso la membrana.
La differenza di pressione tra le due soluzioni in tale stato di equilibrio chiamata “pressione osmotica”.
L’osmosi inversa è un procedimento scientifico di inversione del processo naturale dell’osmosi: sarà sufficiente applicare una pressione superiore alla pressione osmotica per provocare un flusso inverso nella membrana semipermeabile e quindi la separazione dei sali e dei solidi disciolti. Ma prima che questo potesse realizzarsi si è dovuta progettare una membrana di materiale sintetico, altamente permeabile all’acqua ma che fosse al tempo stesso una efficace barriera contro i sali e tutti gli altri minerali disciolti.


ADDOLCITORI:

Gli impianti di addolcimento automatici del gruppo AD eliminano la durezza dell’acqua causata dalla presenza degli ioni di calcio e magnesio tramite un processo di scambio ionico.
Nella serie D, l’acqua “dura” percola attraverso le colonne contenenti una resina scambiatrice di cationi in forma sodica; essa trattiene gli ioni di calcio e magnesio e libera ioni di sodio.
Quando tutta la capacità di scambio della resina della prima colonna è stata sfruttata, questa viene rigenerata mediante salamoia ed entra in funzione la seconda colonna.
La serie D consente una erogazione continua di acqua addolcita nell’arco delle 24 ore.