SITL Europa 2016 : numerose novità quest’anno

L’edizione 2016 della SITL (Settimana internazionale del Trasporto e della Logistica), si svolgerà dal 22 al 25 marzo, al parco delle esposizioni di Parigi Nord Villepinte. Il salone riunisce l’insieme dei prodotti e delle innovazioni in relazione con il trasporto di merci, del freight forwarding e della catena logistica internazionale. Durante questa settimana, delle serie di conferenze sono organizzate intorno al settore del trasporto e della logistica, ed un nuovo concorso, il Start-up contest, si svolgerà alla fine del salone.

SITL Europa 2016 : numerose novità quest'anno

Nel 2016, il salone accoglierà più di una centinaia di conferenze presiedute dai professionisti del settore dei trasporti e della logistica. Le serie di conferenze porteranno su degli argomenti come lo sviluppo sostenibile, il trasporto di materie pericolose e su l’evoluzione globale del settore.

Lo sviluppo sostenibile nel trasporto-logistica

Il salone aprirà il suo ciclo di conferenze il 22 marzo 2016, con l’intervento degli attori di supply chain, coinvolti nello sviluppo sostenibile. La conferenza intitolata Green Logistics ritornerà sul programma di riduzione dei gas ad effeto serra nei trasporti legati in particolare alla carta “Fret21, i portatori si impegnano” prevista nel quadro della COP21.

Il trasporto di materie pericolose nel cuore del salone

Per la prima volta sul salone, il TMD (Trasporto di materie pericolose) è presentato. Attraverso un programma di conferenze e di workshop intitolati Dangerous Goods Logistics by SITL, il salone propone di riunire dei specialisti per discutere dei problematici attuali.

Il trasporto di materie pericolose viene retto dalle regolamentazioni attualizzate ogni due anni. Ricordiamo che il 15 % degli scambi mondiali sono dei trasporti di materie pericolose (idrocarburi, merci chimiche e gassose, profumi, prodotti  farmaceutici, detersivi e rifiuti).

Con questa serie di conferenze, il salone vuole rispondere alle domande e dare le ultime informazioni su un settore in costante evoluzione.

Una prima conferenza intorno all’Africa

Per la prima volta, il salone SITL Europa, propone ai professionisti del settore dei trasporti e della logistica di riflettere sulle sfide logistiche del continente africano. Due conferenze tenteranno di rispondere a delle domande come : Come raggiungere e soddisfare il consumatore africano ? e Come accompagnare il progetto di attrezzatura in Africa ?

Start-up Contest : un nuovo concorso

Il nuovo challenge Start-up Contest organizzato dal salone ha per scopo di ricompensare la startup la più innovativa del settore del trasporto e della logistica. Le Startup che vogliono partecipare al concorso possono presentare un fascicolo di candidatura fino al 26 febbraio. Una prima selezione di 8 candidati sarà effettuata nei primi di marzo. Poi, il 25 marzo 2016, durante l’ultimo giorno, i concorrenti dovranno presentare il loro progetto in 5 minuti davanti ad una giuria. Il vincitore della Start-up Contest potrà beneficiare gratuitamente di uno spazio di 9m2 sul salone dell’edizione 2017 e dello SITL

fonte: europa-camion.it

Come anticipare gli incendi di autobus ?

Gli incendi di autobus sono frequenti ovunque nel mondo. Per anticipare queste catastrofi, delle azioni devono essere organizzate e gli autisti devono rispettare alcune regole anti-incendio.

Come anticipare gli incendi di autobus ?

Questi ultimi anni, molti autobus hanno preso fuoco ovunque in Europa. In Francia, un incidente seguito di un incendio ha fatto 43 morti in ottobre 2015. Due settimane dopo, sempre in Francia, un altro veicolo che trasportava dei bambini ha anche preso fuoco. In Scandinavia si conta 49 incendi di autobus tra il 1999 e il 2004. In Germania, un veicolo è stato distrutto da un incendio provocando la morte di 20 persone nel 2008. Questo fenomeno è sempre più preoccupante nel settore dei professionisti del trasporto di persone.

Anche se i motivi degli incendi a bordo di questi veicoli restano spesso vaghi, sapiamo che esistono 5 principali fattori che possono spiegarli : una fonte di calore, delle vibrazioni, l’usura dei materiali, un difetto di funzionamento o ancora una mancanza di manutenzione.

Dei dispositivi anti-incendio esistono già

Eppure delle direttive europee ed internazionali esistono per lottare contro gli incendi nei veicoli che trasportano delle persone. Degli estintori automatici possono essere installati nel vano motore, ma questi sistemi non sono sempre obbligatori in Europa. Questo obbligo dovrebbe vedere il giorno entro il 2018 per gli autobus ed entro il 2020 per i pullman.

L’Unione internazionale dei Trasporti Stradali (IRU) chiede anche lei l’installazione di dispositivi di rilevazione di fumo.

Le azioni da realizzare per anticipare gli incendi di autobus

L’IRU ha svelato una lista di azioni da effettuare dagli autisti per prevenire questi incendi. In effetti, è stato dimostrato che un controllo regolare del veicolo puo permettere di rilevare delle alterazioni che possono provocare il fuoco.

Prima di prendere la strada, l’autista deve controllare la pressione delle gomme, verificare l’assenza di perdita d’olio dalla marmitta ed assicurarsi che il fumo che esce non sia blu. Bisogna anche controllare che il sistema di preriscaldamento del motore funziona bene.

Durante il viaggio, l’autista deve verificare l’indicatore di temperatura del liquido di raffreddamento. Se il veicolo è attrezzato di un sistema di rivelazione di incendio, ne deve verificare la spia. Il conducente deve imperativamente fermare il veicolo in caso di surriscaldamento del motore, dei freni, del rallentatore o in caso di odore o di fumo sospetti. Si deve anche controllare il buon funzionamento del rallentatore idraulico o elettrico.

Per lottare contro i rischi di incendio, l’IRU consiglia di segnalare ogni disfunzione in un rapporto di attività giornaliero, con il chilometraggio e l’ora.

Le misure ad adottare in caso di incendio in un autobus

L’autista deve imperativamente parcheggiare il suo veicolo in un posto sicuro e tirare il freno a mano. Una volta i passeggeri in sicurezza, il conducente deve spegnere il motore e staccare le batterie. Queste azioni realizzate, deve utilizzare l’estintore e cercare di spegnere il fuoco senza mai aprire il compartimento motore se esso è in fuoco.

fonte: europa-camion.it

Come anticipare gli incendi di autobus ?

Gli incendi di autobus sono frequenti ovunque nel mondo. Per anticipare queste catastrofi, delle azioni devono essere organizzate e gli autisti devono rispettare alcune regole anti-incendio.

Come anticipare gli incendi di autobus ?

Questi ultimi anni, molti autobus hanno preso fuoco ovunque in Europa. In Francia, un incidente seguito di un incendio ha fatto 43 morti in ottobre 2015. Due settimane dopo, sempre in Francia, un altro veicolo che trasportava dei bambini ha anche preso fuoco. In Scandinavia si conta 49 incendi di autobus tra il 1999 e il 2004. In Germania, un veicolo è stato distrutto da un incendio provocando la morte di 20 persone nel 2008. Questo fenomeno è sempre più preoccupante nel settore dei professionisti del trasporto di persone.

Anche se i motivi degli incendi a bordo di questi veicoli restano spesso vaghi, sapiamo che esistono 5 principali fattori che possono spiegarli : una fonte di calore, delle vibrazioni, l’usura dei materiali, un difetto di funzionamento o ancora una mancanza di manutenzione.

Dei dispositivi anti-incendio esistono già

Eppure delle direttive europee ed internazionali esistono per lottare contro gli incendi nei veicoli che trasportano delle persone. Degli estintori automatici possono essere installati nel vano motore, ma questi sistemi non sono sempre obbligatori in Europa. Questo obbligo dovrebbe vedere il giorno entro il 2018 per gli autobus ed entro il 2020 per i pullman.

L’Unione internazionale dei Trasporti Stradali (IRU) chiede anche lei l’installazione di dispositivi di rilevazione di fumo.

Le azioni da realizzare per anticipare gli incendi di autobus

L’IRU ha svelato una lista di azioni da effettuare dagli autisti per prevenire questi incendi. In effetti, è stato dimostrato che un controllo regolare del veicolo puo permettere di rilevare delle alterazioni che possono provocare il fuoco.

Prima di prendere la strada, l’autista deve controllare la pressione delle gomme, verificare l’assenza di perdita d’olio dalla marmitta ed assicurarsi che il fumo che esce non sia blu. Bisogna anche controllare che il sistema di preriscaldamento del motore funziona bene.

Durante il viaggio, l’autista deve verificare l’indicatore di temperatura del liquido di raffreddamento. Se il veicolo è attrezzato di un sistema di rivelazione di incendio, ne deve verificare la spia. Il conducente deve imperativamente fermare il veicolo in caso di surriscaldamento del motore, dei freni, del rallentatore o in caso di odore o di fumo sospetti. Si deve anche controllare il buon funzionamento del rallentatore idraulico o elettrico.

Per lottare contro i rischi di incendio, l’IRU consiglia di segnalare ogni disfunzione in un rapporto di attività giornaliero, con il chilometraggio e l’ora.

Le misure ad adottare in caso di incendio in un autobus

L’autista deve imperativamente parcheggiare il suo veicolo in un posto sicuro e tirare il freno a mano. Una volta i passeggeri in sicurezza, il conducente deve spegnere il motore e staccare le batterie. Queste azioni realizzate, deve utilizzare l’estintore e cercare di spegnere il fuoco senza mai aprire il compartimento motore se esso è in fuoco.

fonte: europa-camion.it