Rinvio domanda rimborso pedaggi autotrasporto

Cambiano i termini per presentare le domande di rimborso dei pedaggi per il 2015.

Nella seduta del 15 giugno, infatti, il Comitato Centrale per l’Albo, visto pure la diversa modalità nel presentare le domande, quest’anno scandita in due fasi (la prima di prenotazione, in cui l’impresa interessata inserisce il proprio codice cliente e la seconda di presentazione della vera e propria domanda), ha deciso di spostare in avanti i termini.

Così la domanda di prenotazione va ora presentata nel periodo perentorio che va dal 22 giugno al 13 luglio 2016 (invece che dal 15 al 30 giugno come era in precedenza;

la domanda di presentazione passa al periodo compreso tra il 21 luglio e il 31 agosto 2016 (invece che dal 10 al 31 luglio 2016).

La ragione dello slittamenteo dei termini è dovuta alla necessità di perfezionare il funzionamento della piattaforma telematica del nuovo sito dell’albo su cui vanno fatte le prenotazioni e le domande.

Fonte: Uomini e Trasporti

Come anticipare gli incendi di autobus ?

Gli incendi di autobus sono frequenti ovunque nel mondo. Per anticipare queste catastrofi, delle azioni devono essere organizzate e gli autisti devono rispettare alcune regole anti-incendio.

Come anticipare gli incendi di autobus ?

Questi ultimi anni, molti autobus hanno preso fuoco ovunque in Europa. In Francia, un incidente seguito di un incendio ha fatto 43 morti in ottobre 2015. Due settimane dopo, sempre in Francia, un altro veicolo che trasportava dei bambini ha anche preso fuoco. In Scandinavia si conta 49 incendi di autobus tra il 1999 e il 2004. In Germania, un veicolo è stato distrutto da un incendio provocando la morte di 20 persone nel 2008. Questo fenomeno è sempre più preoccupante nel settore dei professionisti del trasporto di persone.

Anche se i motivi degli incendi a bordo di questi veicoli restano spesso vaghi, sapiamo che esistono 5 principali fattori che possono spiegarli : una fonte di calore, delle vibrazioni, l’usura dei materiali, un difetto di funzionamento o ancora una mancanza di manutenzione.

Dei dispositivi anti-incendio esistono già

Eppure delle direttive europee ed internazionali esistono per lottare contro gli incendi nei veicoli che trasportano delle persone. Degli estintori automatici possono essere installati nel vano motore, ma questi sistemi non sono sempre obbligatori in Europa. Questo obbligo dovrebbe vedere il giorno entro il 2018 per gli autobus ed entro il 2020 per i pullman.

L’Unione internazionale dei Trasporti Stradali (IRU) chiede anche lei l’installazione di dispositivi di rilevazione di fumo.

Le azioni da realizzare per anticipare gli incendi di autobus

L’IRU ha svelato una lista di azioni da effettuare dagli autisti per prevenire questi incendi. In effetti, è stato dimostrato che un controllo regolare del veicolo puo permettere di rilevare delle alterazioni che possono provocare il fuoco.

Prima di prendere la strada, l’autista deve controllare la pressione delle gomme, verificare l’assenza di perdita d’olio dalla marmitta ed assicurarsi che il fumo che esce non sia blu. Bisogna anche controllare che il sistema di preriscaldamento del motore funziona bene.

Durante il viaggio, l’autista deve verificare l’indicatore di temperatura del liquido di raffreddamento. Se il veicolo è attrezzato di un sistema di rivelazione di incendio, ne deve verificare la spia. Il conducente deve imperativamente fermare il veicolo in caso di surriscaldamento del motore, dei freni, del rallentatore o in caso di odore o di fumo sospetti. Si deve anche controllare il buon funzionamento del rallentatore idraulico o elettrico.

Per lottare contro i rischi di incendio, l’IRU consiglia di segnalare ogni disfunzione in un rapporto di attività giornaliero, con il chilometraggio e l’ora.

Le misure ad adottare in caso di incendio in un autobus

L’autista deve imperativamente parcheggiare il suo veicolo in un posto sicuro e tirare il freno a mano. Una volta i passeggeri in sicurezza, il conducente deve spegnere il motore e staccare le batterie. Queste azioni realizzate, deve utilizzare l’estintore e cercare di spegnere il fuoco senza mai aprire il compartimento motore se esso è in fuoco.

fonte: europa-camion.it

Come anticipare gli incendi di autobus ?

Gli incendi di autobus sono frequenti ovunque nel mondo. Per anticipare queste catastrofi, delle azioni devono essere organizzate e gli autisti devono rispettare alcune regole anti-incendio.

Come anticipare gli incendi di autobus ?

Questi ultimi anni, molti autobus hanno preso fuoco ovunque in Europa. In Francia, un incidente seguito di un incendio ha fatto 43 morti in ottobre 2015. Due settimane dopo, sempre in Francia, un altro veicolo che trasportava dei bambini ha anche preso fuoco. In Scandinavia si conta 49 incendi di autobus tra il 1999 e il 2004. In Germania, un veicolo è stato distrutto da un incendio provocando la morte di 20 persone nel 2008. Questo fenomeno è sempre più preoccupante nel settore dei professionisti del trasporto di persone.

Anche se i motivi degli incendi a bordo di questi veicoli restano spesso vaghi, sapiamo che esistono 5 principali fattori che possono spiegarli : una fonte di calore, delle vibrazioni, l’usura dei materiali, un difetto di funzionamento o ancora una mancanza di manutenzione.

Dei dispositivi anti-incendio esistono già

Eppure delle direttive europee ed internazionali esistono per lottare contro gli incendi nei veicoli che trasportano delle persone. Degli estintori automatici possono essere installati nel vano motore, ma questi sistemi non sono sempre obbligatori in Europa. Questo obbligo dovrebbe vedere il giorno entro il 2018 per gli autobus ed entro il 2020 per i pullman.

L’Unione internazionale dei Trasporti Stradali (IRU) chiede anche lei l’installazione di dispositivi di rilevazione di fumo.

Le azioni da realizzare per anticipare gli incendi di autobus

L’IRU ha svelato una lista di azioni da effettuare dagli autisti per prevenire questi incendi. In effetti, è stato dimostrato che un controllo regolare del veicolo puo permettere di rilevare delle alterazioni che possono provocare il fuoco.

Prima di prendere la strada, l’autista deve controllare la pressione delle gomme, verificare l’assenza di perdita d’olio dalla marmitta ed assicurarsi che il fumo che esce non sia blu. Bisogna anche controllare che il sistema di preriscaldamento del motore funziona bene.

Durante il viaggio, l’autista deve verificare l’indicatore di temperatura del liquido di raffreddamento. Se il veicolo è attrezzato di un sistema di rivelazione di incendio, ne deve verificare la spia. Il conducente deve imperativamente fermare il veicolo in caso di surriscaldamento del motore, dei freni, del rallentatore o in caso di odore o di fumo sospetti. Si deve anche controllare il buon funzionamento del rallentatore idraulico o elettrico.

Per lottare contro i rischi di incendio, l’IRU consiglia di segnalare ogni disfunzione in un rapporto di attività giornaliero, con il chilometraggio e l’ora.

Le misure ad adottare in caso di incendio in un autobus

L’autista deve imperativamente parcheggiare il suo veicolo in un posto sicuro e tirare il freno a mano. Una volta i passeggeri in sicurezza, il conducente deve spegnere il motore e staccare le batterie. Queste azioni realizzate, deve utilizzare l’estintore e cercare di spegnere il fuoco senza mai aprire il compartimento motore se esso è in fuoco.

fonte: europa-camion.it